Usabilità ed ergonomia con l’arredo ufficio

Ergonomia arredo ufficio

Oggi il lavoro d’ufficio implica il dover trascorrere molto tempo seduti davanti ad un pc. Anche se può sembrare innocua, questa azione, giorno dopo giorno, può potenzialmente danneggiare la salute. Sfortunatamente, la maggior parte delle persone non se ne rende nemmeno conto finché le loro condizioni non si aggravano.

Molte ricerche hanno dimostrato che stare seduti per lunghi periodi di tempo davanti ad uno schermo può danneggiare colonna vertebrale, spalle, schiena e collo. Buona parte di questi problemi deriva dalla scarsa ergonomia di tutti gli elementi presenti in un ufficio, a partire dalla postazione di lavoro.

Uno spazio di lavoro confortevole, realizzato tenendo conto di tutti i principi dell’ergonomia, può prevenire cattive abitudini e problemi di salute. Ma cosa intendiamo esattamente con il termine ergonomia?

L’ergonomia (dalla parola greca ergon che significa lavoro e nomoi che significa leggi naturali), è essenzialmente lo studio della progettazione di apparecchiature, dispositivi e processi in grado di adattarsi al corpo umano. L’obiettivo dell’ergonomia dell’ufficio è impostare lo spazio di lavoro dell’ufficio in modo che si adatti al dipendente, e mai viceversa.

Nel contesto dell’arredo di un ufficio, l’ergonomia include l’uso di sedute, postazioni di lavoro e accessori per computer che siano efficienti, comodi e sicuri, al fine di prevenire sforzi inutili. Una sedia ergonomica, per esempio, promuoverà una migliore postura, fornirà un supporto migliore e avrà più opzioni di regolazione per soddisfare al meglio le esigenze specifiche dell’utente.

Una postura scorretta e cattive condizioni di lavoro comportano più giorni di malattia, minore produttività, maggiori possibilità di infortuni (in un ufficio, di solito si tratta di mal di schiena o al collo) che alla fine si traducono in maggiori spese per l’azienda.

Nella maggior parte dei casi, saranno necessari solo piccoli cambiamenti e accorgimenti per migliorare l’ergonomia dell’ufficio. Un’azienda, grazie all’aiuto dei dipendenti, dovrebbe essere in grado di risolvere la maggior parte dei problemi di di questo tipo.

Sebbene improbabile, è ancora possibile che sia necessaria un’intera revisione dell’ergonomia dell’ufficio. In questo caso, è opportuno cercare una consulenza professionale su come migliorare l’atmosfera dell’ergonomia dell’ufficio.

Il ricorso ai criteri di ergonomia è considerato fondamentale nei progetti di ufficio moderni. I migliori ambienti di lavoro sono progettati dalle persone e per le persone. Un design da ufficio ideale evita di avere spazi chiusi e incoraggia un’area di lavoro più aperta e dinamica.

Anche il coinvolgimento dei dipendenti nel processo di progettazione è una buona idea. Gli studi dimostrano che i dipendenti coinvolti nel processo di progettazione delle loro postazioni di lavoro mostrano un livello di impegno più elevato e sono più produttivi.

Quando si inizia ad approcciare la realizzazione di un nuovo spazio di lavoro, è fondamentale tener conto delle esigenze fisiche, fisiologiche e psicologiche dei dipendenti in una visione olistica. L’attenzione dovrebbe riguardare:

  • La configurazione della workstation in riferimento alla postura, al tempo impiegato per completare determinate attività, ai movimenti e alle ripetizioni necessarie per completare un’attività;
  • L’ambiente circostante il luogo di lavoro, incluse le luci utilizzate, i livelli di rumore, l’umidità e la temperatura;
  • Gli strumenti di lavoro utilizzati per eseguire il lavoro, come il mouse, la tastiera, la stampante e lo scanner.

L’ergonomia nella sua forma più semplice, sta massimizzando l’usabilità di qualsiasi oggetto. In un ambiente di ufficio, una buona ergonomia può fare un’enorme differenza per la qualità della giornata del personale e, di conseguenza, per influire sulla produttività e sul raggiungimento degli obiettivi organizzativi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *